Ecco perchè Snow Leopard non è un “Service Pack”

macosx

Qualche giorno fa mi è capitato di parlare con un amico che era convinto che Apple fosse riuscita a farmi spendere 29€ per un “service pack”…ho dovuto spiegargli quindi tutte le novità che il nuovo sistema operativo ha apportato al “vecchio” Leopard. La differenza sostanziale è che Windows rilascia i Service Pack per correggere errori della precedente release…Apple non ha solo corretto, ma ha aggiunto tantissime novità (sopratutto sotto il cofano) e migliorato le performance del suo sistema operativo di oltre il 60%! Ma andiamo per ordine:

Nuovo Finder

finder
Clicca per ingrandire

Con Snow Leopard, anche il Finder è stato totalmente riscritto con Cocoa, l’ambiente di sviluppo orientato agli oggetti creato da Apple appositamente per i suoi sistemi operativi. Questo lo ha reso nettamente più performante e molto più veloce del suo precedente, anche grazie al supporto ai 64bit.

Time Machine più veloce e performante

tm11
Clicca per ingrandire

Notevolmente migliorate le prestazioni della Time Machine. Spendiamo due parole su questo strumento che forse agli utenti Windows è del tutto sconosciuto: la Time Machine permette (avendo un HardDisk esterno collegato) di effettuare un backup continuo del proprio sistema. Questo vuol dire che in qualunque momento si può letteralmente risalire tutta la cronologia di una cartella e ripristinare file cancellati o versioni precedenti degli stessi con una facilità estrema. Inoltre, se si collega l’hard disk con la time machine installata ad un nuovo Mac, questa è ingrado di replicare l’intero sistema “backuppato” sulla nuova macchina, riproponendo ad esempio tutte le impostazioni del vostro iMac sul vostro MacBookPro.

Start Up e spegnimento più veloci

Snow Leopard migliora dell’80% la velocità di caricamento e di spegnimento del sistema.

Nuovi Exposé e Stacks

Il nuovo OSX introduce alcuni miglioramenti di usabilità dei sistemi di gestione finestre quali Exposé e gli Stacks. Exposé è stato integrato con il Dock, cosa che diventa utilissima quando si hanno più finestre della stessa applicazione.
Negli Stacks viene introdotta la barra di scorrimento, rendendo possibile la visualizzazione di tutti i file contenuti e non solo dei primi 20 come accadeva con Leopard.

Molto più spazio sull’Hard Disk

Snow Leopard pesa meno della metà di Leopard. Permette di liberare oltre 12Gb di spazio…a dir poco stupendo!

Nuovo QuickTime X

quicktime
Clicca per ingrandire

Con Snow Leopard è possibile installare il nuovo player QuickTime X che permette un minimale editor dei video, e la possibilità di registrare sessioni con o senza audio dal proprio monitor. Ideale per realizzare tutorial. C’è inoltre la possibilità di condividere su YouTube o MobileMe. Non è esattamente una nuova versione, tant’è che la versione 7 è ancora disponibile sul sito e viene ancora garantito il supporto.

Prestazioni ineguagliabili

Grazie alle nuove tecnologie introdotte da Snow Leopard, il vostro Mac sembrerà avere 2Gb di Ram in più! Infatti, qualora le applicazioni lo permetteranno, grazie ad Grand Central Dispatch e OpenGL, il sistema operativo è ingrado di sfruttare al meglio l’hardware su cui è installato. OSX è ora ingrado di gestire lui stesso i core della CPU assegnando processi per minizzare i tempi e grazie all’openGL può inoltre sfruttare la GPU della scheda grafica per applicazioni di ogni genere.

Impressioni e conclusioni

Da quando l’ho installato il mio iMac sembra aver messo le ali. Tutto è più veloce, immediato, incredibilmente stabile. Sono due anni che l’ho comprato, vi ho installato sopra oltre 7 aggiornamenti (se non ricordo male) ed un nuovo sistema operativo senza mai formattare…e tutto sembra andare sempre meglio! Onestamente, per questi servizi sono decisamente contento di poter spendere 29€, al contrario di chi dice che questo “è solo un service pack“! 😀

fold-left fold-right
L'autore
Appassionato di web, grafica e nuove tecnologie, realizzo siti web, grafiche online ed offline e formazione in ambito grafica e web. Puoi seguirmi su Twitter o visitare il mio portfolio e contattarmi per una consulenza.