All posts in web developing

Lettera aperta di Steve Jobs su Adobe Flash

Con una lettera aperta, Steve Jobs, l’iCeo di Apple, dice apertamente la sua sulle recenti discussioni nate tra Adobe ed Apple riguardo alla non adozione di Flash da parte di Apple nei suoi dispositivi mobili.

Ho pensato che potesse essere utile per molti avere una versione in italiano della lettera, per comprendere a pieno il messaggio di Jobs. Personalmente credo che il punto di vista di Jobs e della sua Apple non sia del tutto sbagliato, certo è che le motivazioni di Adobe (Flash è un cliente scomodo per l’AppStore) non sono del tutto infondate. Sono entrato nel mondo del web quando si è iniziato a parlare di XHTML, di standard web e web semantico, ho creduto da subito che in futuro il web avrebbe fatto a meno di Flash. Google era in totale crescita allora e si stava delineando un’importanza fondamentale dell’indicizzazione delle pagine web. Da qui il mio pensiero di una prossima fine di Flash. Tempo dopo ci fu un tentativo di Adobe di migliorare l’indicizzazione di siti realizzati con la sua tecnologia, ma di fatto chiunque avesse voluto realizzare un sito accessibile e gradito ai motori di ricerca ha sempre escluso questa tecnologia dai propri lavori.

Su più discussioni nei blog, anche qui su DigitalArt, si è parlato dell’importanza delle scelte di queste grandi aziende riguardo ai standard da utilizzare. TomStardust tempo fa faceva notare come molti siti importanti stanno bloccando il loro servizio a chi utilizza come browser Internet Explorer 6, e secondo me il caso non è molto diverso. Il futuro del web è nel mobile, che sia da 3 pollici e mezzo o 10, e portare su questi una tecnologia pesante che ancora ragiona per rollover ha davvero poco senso.

Le mie conclusioni

Anche se sei Apple, ci vuole coraggio a mettersi contro Adobe. :) Mi chiedo infatti se Adobe intraprendesse un profondo periodo di sviluppo a ammodernamento della sua piattaforma, mettendo in piedi una tecnologia mobile comprensiva di gestures, leggera e che giri perfettamente all’interno di Safari Mobile…a quel punto cosa farà Apple? Si vedrà costretta ad ammettere che si sbagliava? Chissà…sentiamo anche le vostre conclusioni 😉

La traduzione dopo il salto.

Read more…

Come inserire il tasto “mi piace” di Facebook nei siti in WordPress

come inserire Facebook tasto mi piace

Ieri Facebook ha introdotto la possibilità di portare il suo famosissimo tasto “mi piace” all’interno di qualunque sito. Questo ci permette con un click di far sapere all’autore il nostro gradimento e allo stesso tempo di renderlo noto ai nostri amici, la notifica infatti verrà visualizzata sulla nostra bacheca. Basterà essere già loggati sul social network.

Facebook sta permettendo a chi ha un sito web, di renderlo sempre più sociale grazie al successo del suo Facebook Developers, ovvero, l’insieme di strumenti e API (Application Programming Interface) che il team di Facebook ha messo a disposizione degli sviluppatori per integrare nei siti web le tecnologie del famoso social network. Da questi strumenti sono stati creati i Social Plugins, che altro non sono che porzioni di codice che permettono di integrare componenti social nei propri siti. Splesh! ne utilizza soprattutto due, entrambi nella sidebar: il contatore dei fan delle nostre pagine e da ieri anche il tasto “mi piace” che permette di farci sapere quanto vi gradisce l’articolo che state leggendo. Read more…

texture legno nei blog e siti web

Le tendenze grafiche nel mondo del web design, sono in continua evoluzione. Qualche anno fa era di gran voga lo stile Glossy, l’effetto lucido e riflesso reso famoso da Apple, un annetto fa invece andava lo stile più da strada detto “grunge”, dove dominavano la scena schizzi di colore, font sporche e colori scuri e spenti.

Quest’anno invece c’è molto interesse per uno stile che vede come fondo il richiamo al legno tramite texture e fotografie. Il legno è sicuramente il materiale che più rende accogliente un’abitazione, ci rilassa e il nostro cervello lo associa a qualcosa di caldo, accogliente e sicuro. Utilizzando sfondi ed immagini che rappresentano parquè o le venature del legno, possiamo creare delle forti associazioni mentali a questi concetti con il nostro sito o blog, e quindi i nostri contenuti. Ecco perché molti designer stanno usando questa tecnica.

Te ne propongo qui alcuni che ho trovato sulla rete

Read more…

Magnetize – creare un sito personale velocemente

Magnetize è un servizio che ho trovato girovagando in rete, e dopo averlo provato, ho deciso di recensirlo. Mi è sembrato di un’usabilità unica e velocissimo da impostare. In pochi minuti il mio Business Card Website (te li ricordi? Te ne ho parlato qualche mese fa) era online con tanto di flusso status da Twitter, link al mio blog, una piccola biografia e i contatti.

Vediamo nel dettaglio come funziona.

Read more…

Le novità di WordPress 3.0 e di Splesh!

Presto arriverà il cambio generazionale per la nostra piattaforma di blogging preferita: WordPress. Nel giro dei prossimi 30/60 giorni infatti, è previsto il rilascio della versione stabile 3.0. Le novità in arrivo sono tante come ogni volta, alcune meno rilevanti per gli utenti più esperti, altre davvero molto interessanti. Andiamo a vederle.

PS a fine articolo preview del nuovo canale di Splesh! 😉

Read more…

Come aggiungere il tasto “Buzz it” per condividere un articolo su Google Buzz

Sono passati due giorni dalla presentazione di Google Buzz al mondo, se ne parla tantissimo…ma mi ha sorpreso scoprire che ancora non esistesse un plugin per WordPress o una buona guida per realizzare un tasto “condividi su Google Buzz“. L’unico che ho trovato è stato questa guida di MWD che però devo dire non mi soddisfava molto. Il codice era di bassa qualità e l’icona utilizzata davvero pessima. Ho cosi ripulito il codice rendendolo più snello e totalmente personalizzato via CSS.

Il link permette di condividere l’articolo che state leggendo su Buzz tramite Google Reader , è un buon compromesso nell’attesa che Google rilasci i badge ufficiali come già fanno Twitter e Facebook. Eccovi il codice:

Read more…

Come realizzare un sito web in pochi minuti

Questa guida, è rivolta a tutti quei designer che, per via del loro percorso formativo ad esempio, sanno usare benissimo Photoshop o Illustrator, ma non sanno come realizzare un sito web. Oggi non è più necessario (o quasi…diciamo che non lo è per iniziare) conoscere HTML per mettere in piedi un proprio sito web. Vi sono infatti svariati applicativi come WordPress, Drupal o Joomla detti CMS (Content Managment System) che permettono praticamente a chiunque di realizzare un proprio sito web in pochi passi.

Per te che sei alle prime armi, la scelta ideale è sicuramente WordPress, in quanto più adatto a chi ha poche conoscenze di PHP e HTML. WordPress è nato come piattaforma di blogging, ma con il tempo è evoluto talmente tanto che oggi permette tranquillamente di gestire interi siti web, anche con funzioni complesse, senza essere un genio di sviluppo web, e con qualche plugin può diventare uno strumento davvero potente.

Con questo non voglio dire che puoi fingerti web designer da domani, attenzione. Se hai bisogno di un sito perchè intendi ampliare il tuo numero di clienti, farti trovare e conoscere sulla rete…il fai da te non è per te. Meglio affidarsi ad un esperto che sappia trovare la soluzione più giusta e adatta alla situazione, che sappia organizzare contenuti e grafica nel modo migliore per il tuo business, che conosca le toerie e i concetti  di posizionamento sui motori di ricerca in modo da valorizzare la tua attività e creare un sito che ti permetta di trasformare visitatori in clienti. Tutto questo, oltre che concetti di usabilità ed accessibilità, non sono inseriti in questa guida ma sono fondamentali per progetti di business.

L’obiettivo di questa guida, è dare la possibilità a chi vuole invece diventare un esperto di capire cos’è un CMS come WordPress e come poterlo usare. Un modo per avvicinarsi alla progettazione di un sito web dal punto di vista tecnico imparando quali sono le tecnologie che vi sono alla base. Ti sarà molto utile, seguendo questa guida, dare uno sguardo al codice per capire come è strutturato e fare pratica.

Iniziamo rispondendo alla domanda “di cosa ho bisogno per iniziare?” Read more…

Tecniche di vendita e PNL applicate al freelancing

pnl-lavoro-cliente

Ho sempre pensato che prima ancora delle straordinarie doti creative, dell’alta capacità di scrivere html e prima delle tante altre tecnologie che un web designer freelancer debba conoscere (sono cose comunque indispensabili ovviamente, diamole per scontate), la più importante sia sapersi vendere ed avere un’ottima rete di conoscenze che vi assicuri del lavoro continuativo.

La prima cosa è avere un cliente, se ci pensate è lui che paga ed è lui che vi permette di guadagnare…senza di lui, cosa ve ne fate di Photoshop e Dreamweaver? 😀 Ecco perchè ho pensato di scrivere in questo articolo tutto quello che ho imparato ed applicato nel corso degli ultimi anni su come approcciare un cliente e come usare la PNL (Programmazione Neuro Linguistica) per far si che il cliente accetti il vostro preventivo ed impari a fidarsi di voi. Read more…

User interface – 12 ecommerce di eccellenza da esaminare

L’interfaccia utente ha un ruolo primario nel web design. Occorre pensare come un utente, immaginare di essere lui quando si guarda al proprio sito web realizzato e capire come disporre le informazioni in modo che siano il più facilmente comprensibili e rintracciabili. E’ cosa buona e giusta anche far testare il proprio lavoro a qualcuno di poco esperto: tua madre o tua nonna sono dei case studies fenomenali! :)
Immaginate quanto tutto questo possa essere importante se si sta realizzando un sito di ecommerce. Fare in modo che l’utente possa aver chiaro immediatamente quanto costa il prodotto, come pagarlo, i tempi di spedizione e tutte le informazioni necessarie per l’acquisto è cosa fondamentale. Se l’utente non capisce come poter comprare (facilmente) il prodotto, o se la procedura è troppo complessa e macchinosa, lascierà il sito e non comprerà i vostri prodotti. Se ci pensate, è il segreto del successo con il quale Apple ha convinto il mondo a comprare musica quando tutti la “rubavano”.

Ecco perchè è importante analizzare anche quanto fanno gli altri, sopratutto come lo fanno, e prenderne ispirazione. Ho radunato qui una serie di esempi eccellenti di ecommerce, molto spesso sono il risultato di analisi effettuate sulla user experience dei loro siti. Notate come di fondo ci siano delle regole comuni in praticamente tutti gli esempi: Read more…

Come migliorare il proprio posizionamento – Guida e consigli SEO 1/2

SEO-posizionamento-motori-ricerca

In oltre due anni di blogging, ho più volte cercato di migliorare il posizionamento di questo blog sulla rete, leggendo articoli e seguendo i blogger più esperti, apportando modifiche sia sul codice che sul mio stile di scrittura. Cercare di scalare le serp (search engine results page) e trovare le keyword migliori non è impresa facile data la tanta concorrenza (spesso spietata). In giro per la rete ci sono tante guide sul SEO e questa non vuole certo essere la bibbia che ti farà diventare una celebrità del web. Vuole essere piuttosto un motivo di riflessione, quasi un “reminder” per punti, sia su quanto si può fare per migliorare il proprio posizionamento, sia riguardo al proprio modo di scrivere contenuti, spero la troverai utile. Read more…