24 ore con il nuovo Photoshop CS6 – le novità

Dallo scorso 23 marzo, come un po’ da tradizione Adobe negli ultimi anni, è disponibile per il download gratuito Photoshop CS6 beta. Questa release sembra essere un enorme passo avanti come Photoshop non ne faceva da anni. L’interfaccia infatti è stata totalmente ridisegnata, con 1800 nuove icone e 250 cursori che sono stati in gran parte rivisti per poter funzionare con la nuova interfaccia “dark”. Sono stati inoltre riadattati molti menù in modo da eliminare le inconsistenze della vecchia versione. Grande lavoro è stato fatto dal punto di vista delle performance, Photoshop è ora in grado di sfruttare al massimo le GPU dei nostri computer garantendoti performance mai viste…anche se a discapito di una richiesta di risorse molto più ingente, sopratutto per gli utenti Mac. I requisiti infatti sono al minimo un Mac con OSX 10.6 (Snow Leopard) e un processore Intel a 64bit (non supporta i processori a 32), mentre per quanto riguarda gli utenti Windows invece, i requisiti minimi sono un PC con Windows XP SP3. Per entrambe le piattaforme è richiesta una scheda grafica da 512 mega di VRAM in quanto Photoshop CS6 sfrutta l’Engine Monaco, che permette di caricare la GPU di molti più task rispetto alle versioni precedenti.

Detto questo, vediamo insieme una carrellata delle maggiori novità di questa versione:

Interfaccia

Come già detto, la prima cosa che salta all’occhio è il passaggio alla nuova interfaccia “dark”, più in linea a prodotti di Adobe come Premiere o Lightroom. Il passaggio era quindi inevitabile, ma non si tratta esclusivamente di una scelta estetica. Infatti, come accennato prima, l’intera interfaccia è stata rivista nei menù e nell’usabilità, rendendo il lavoro più veloce ed intuitivo.

Photoshop CS6 interfaccia UI interface

Come si vede nell’immagine precedente e nella successiva, le palette possono essere ridotte ad icona, o ridotti in diversi formati. L’interfaccia è totalmente customizzabile con un semplice drag&drop. Un’evoluzione insomma di quanto già visto dalla CS4 in poi.

Adobe Photoshop CS6 interface

Palette dei Layer

Anche se potrebbe passare per poco importante, le modifiche apportate alla palette dei livelli sono quelle che più di tutte potrebbero tornarti utili…almeno a me che lavoro su file che raggiungono a volte i 300 livelli…

Infatti la nuova palette permette finalmente di cercare i livelli per nome o di filtrarli per tipo, effetto applicato, colore associato o attributo.

Adobe Photoshop Layers

Adobe Photoshop Layers - search layer

Livelli di forme vettoriali

Rimaniamo a parlare di livelli, visto che con Photoshop CS6 è stato introdotto un nuovo tipo di livello: il livello di forma vettoriale. Fino a Photoshop CS5, per poter far questo, era necessario utilizzare una forma alla quale veniva applicata una maschera di livello per ottenere la forma che desideravi. Ora invece è possibile creare dei veri e propri vettori, gestibili esattamente come avviene in Illustrator. C’è da chiedersi se prima o poi, continuando di questo passo, fonderanno i due programmi 🙂

Adobe Photoshop CS6 vectorshapes

Nuovi strumenti

Sono stati inoltre aggiunti dei nuovi strumenti: il Move Tools (sotto il menù del Pennello correttore) permette di spostare un oggetto da una parte all’altra dell’immagine senza dove utilizzare più livelli. Basterà effettuare una selezione grossolana e spostare l’oggetto. Come è evidente ed intuibile, questo strumento funziona quasi solo quando l’immagine presenta un fondo monocromatico o comunque quando lo spostamento viene fatto seguendo quanto presente in background.

Il Content Aware Patch invece permette di selezionare un oggetto da rimuovere e, spostando la stessa selezione su una zona corretta, andare a rimpiazzarlo con un fondo che permetta di correggere l’immagine.

Per capire meglio come funzionano questi due strumenti, ti suggerisco di dare un’occhiata al seguente breve video (anche se in inglese, le immagini parlano da sole):

Effetti blur

Photoshop ha finalmente imparato da Instagram e compagni come fare un effetto di sfocatura in modo veloce. Prima infatti l’unica soluzione era duplicare il livello, sfocarlo e applicarci una maschera…ora invece ci sono ben 3 nuovi filtri che permettono di applicare effetti di sfocatura così come avviene generalmente su applicazioni per dispositivi mobili. Gli effetti sono: Iris blur, Field blur e tilt-shift.

blur iris filter

Nuovo crop tool

Il tool per il ritaglio delle immagini è stato totalmente ripensato. Le logiche e gli handler sono totalmente differenti dalla precedente versione, dovrai farci un po’ l’abitudine ma passato il primo impatto ti accorgerai che la nuova gestione è davvero fantastica. Sono state inoltre aggiunte molte funzionalità quali l’auto centramento o lo switch dell’orientamento da landscape a portrait e viceversa.

crop tool

Conclusioni

Uso Photoshop dalla versione 5, da ormai più di 12 anni credo. Siamo alla versione 13 e devo dire con tutta onestà che Photoshop CS6 è la release che porta con se il più grande carico di novità rispetto alla precedenti versioni. Quelle elencate qui sopra ne sono solo alcune, quelle che ho potuto studiare da quando ieri l’ho installato ed ho iniziato a giocarci, se vuoi scarica anche tu la beta pubblica e fammi sapere cosa ne pensi qui con un commento.

Se sei pratico con l’inglese, eccoti degli articoli simili che possono aiutarti a scoprire le tantissime novità di Photoshop CS6.

PSDtuts+http://psd.tutsplus.com/articles/news/first-look-at-photoshop-cs6/

DPreviewhttp://www.dpreview.com/articles/2601746315/photoshop-cs6-beta-new-features-for-photographers

Si ringrazia Simone Onofri per la gentile concessione dei suoi scatti. Visita la sua galleria di fotografie su Flckr.

fold-left fold-right
L'autore
Appassionato di web, grafica e nuove tecnologie, realizzo siti web, grafiche online ed offline e formazione in ambito grafica e web. Puoi seguirmi su Twitter o visitare il mio portfolio e contattarmi per una consulenza.