Intervista con il blogger – Io intervisto me

Ultimamente ti ho fatto conoscere alcuni dei blogger che seguo quotidianamente, con la serie di tre interviste doppie che ho chiamato Intervista con il blogger”, ispirandomi al titolo del libro “Intervista col vampiro” di Anne Rice.

Ho pensato poi, che mi sarebbe piaciuto rispondere anche a me a quelle domande…ed ecco che ha preso piede l’idea di me che intervisto io (l’errore grammaticale è voluto 😀 )

Di seguito quindi, potrai leggere le mie risposte alle stesse domande che ho proposto ai vari Giuliano, Ilaria, Tommaso ecc…

Stefano De Prophetis

Per iniziare, da quanto tempo gestisci un tuo blog personale?

Il mio blog personale è nato quasi un anno fa, a settembre dello scorso anno. Prima DigitalArt e Web erano un unico blog, e non un “micro-network” tematico. Io e Fabrizio lavoravamo insieme sullo stesso blog chiamato appunto Splesh! dove si parlava sopratutto di web, servizi online, recensioni e guide. Di fatto parlando di grafica, web design e Photoshop avrei confuso i lettori e credendo che la base per il successo del nostro lavoro fosse il divertimento, abbiamo deciso di dividere il blog in due sottodomini, uno per ognuno di noi. L’idea era ed è quella di rendere i contenuti strettamente correlati al blogger che li scrive e propone. Anche i template grafici rispecchiano gli argomenti e non a caso in alto a destra in bella vista c’è la foto del blogger a cui il canale del nostro network è dedicato.

Rispetto a quando hai iniziato, quanto sono cambiati i temi trattati nel tuo blog e il tuo modo di scrivere? Com’è evoluto il tuo blog, o dovrei dire come ti sei evoluto?

I temi non molto, essendo un blog tematico del resto non credo si possa fare altrimenti 🙂 Anche se all’inizio per creare un po’ di traffico mi sono limitato a fare sopratutto “quantità”. Ma poi come ovvio che sia mi sono concentrato sopratutto sulla qualità, cercando di proporre contenuti prodotti da me a prescindere da tendenze e partendo spesso anche dalle mie esperienze personali. Questo blog non ha neanche un anno, quello che è cambiato principalmente è lo stile che con il tempo ha preso più forma ed una precisa organizzazione. Ai tempi del primo Splesh! i miei articoli erano confusi, diversi l’uno dall’altro, a volte anche con errori grammaticali, poco organizzati. Ora invece con il tempo ho creato una mia architettura di informazione precisa, che cerco di seguire quando posso, ma senza rimanerne troppo vincolato 🙂

Cosa fai per gestire la tua immagine e ciò che i tuoi lettori pensano di te?

Credo sia fondamentale per un blogger avere un certo tipo di contatto diretto con i propri lettori. Quindi tendo a rispondere a tutti i commenti che ricevo, parlare con chiunque su Facebook e social network vari, quando posso do qualche consiglio. Devo dire che credo molto nella condivisione come mezzo per il successo di tutti.

Nella tua carriera di blogger, cosa ha fatto veramente la differenza per raggiungere i risultati che hai oggi?

Bè DigitalArt ancora fatica a trovare un ricco bacino di utenti, la concorrenza è tanta, ma Web invece ha raggiunto da tempo un largo successo che davvero non credevo sarebbe mai arrivato. La differenza la fa senza dubbio la passione. Può sembrare la solita risposta banale ma che ci posso fare io se è cosi? Quanto fai una cosa che ti piace, ti riesce bene e sempre al meglio. E questo non può far altro che portarti al successo, fosse anche solo quello personale. In sociologia come nel web dell’era dei social network, i positivi attraggono altri positivi, non i negativi…quella è fisica 😉

Quali sono i motivi che ti hanno spinto ad iniziare e che ti muovono a continuare?

Scrissi il mio primo post su un blog di wordpress.com solo per provare il servizio, da li pensai di vedere cosa potevo ottenere scrivendo con scadenza più regolare di argomenti sempre inerenti a grafica e web. Ricordo ancora l’amministrazione scarna di wordpress 1.5 😀 ad iniziare furono la curiosità e la voglia di esplorare il web e tutti i servizi. Cercavo lavoro come web designer e pensai che avere un blog e mantenerlo mi avrebbe aiutato la mia continua crescita professionale, oltre a poter essere un ottimo biglietto da visita.
Oggi che il lavoro l’ho trovato, mi piace portare avanti questo blog solo e soltanto per pura passione e divertimento 🙂

Che sogni hai per il futuro, oltre a vedere morto IE6:D

IE6 chi? 😀 Per il futuro spero di vedere presto online la famosa versione in inglese di DigitalArt + Web sulla quale io e Fabrizio lavoriamo da mesi. Una cosa che davvero mi piacerebbe è allargare Splesh! ad almeno un paio di altri temi come l’Open Source e Apple. Sarebbe fantastico avere in team altri due blogger 🙂

fold-left fold-right
L'autore
Appassionato di web, grafica e nuove tecnologie, realizzo siti web, grafiche online ed offline e formazione in ambito grafica e web. Puoi seguirmi su Twitter o visitare il mio portfolio e contattarmi per una consulenza.