Il web designer esiste ancora?

Riflettevo ultimamente sul lavoro del web designer. Rispetto a qualche anno fa le cose sono davvero cambiate. CMS come Joomla, WordPress o Drupal e la diffusione di tutorial ed informazioni che si possono facilmente ricavare dal web, hanno decisamente cambiato il panorama all’interno del qualche può e deve muoversi un web designer.

Realizzare un sito web infatti è diventato decisamente alla portata di tutti. Con un minimo di esperienza e di conoscenze si può realizare un sito web in breve tempo e tanti sono i servizi gratuiti che permettono di realizzare siti vetrina in modalità “wysiwyg” (What You See Is What You Get, quello che vedi è quello che ottieni), come ad esempio wix.com.

Con gli strumenti di oggi bastano poche ore e le conoscenze di uno studente di scuola superiore per realizzare un sito con WordPress ad esempio, quindi come fare per distinguersi e venedere al meglio la professione del web designer?

Per farlo bisogna prima di tutto dividere il lavoro in tre categorie:

  • il sito vetrina per il panettiere sotto casa
  • il progetto web di una media impresa
  • la svolta web con l’idea del secolo che incrinerà il monopolio di Facebook

con questo articolo, vorrei concentrarmi sulle occasioni di lavoro più comuni, quelle su cui tutti abbiamo sicuramente la possibilità di lavorare, ovvero, il primo punto di questa lista. Per gli altri casi occorre un team di lavoro e non è questo il caso che andremo ad analizzare.

Quando si accettano questi lavori, nel panorama descritto precedentemente, è difficile comunicare al cliente quali sono i punti di forza e i motivi per i quali dovrebbe investire (e non spendere) dei soldi su di noi. E’ normale infatti che il cliente sia restio ad approvare un nostro preventivo di 1500€ per un sito vetrina sviluppato e realizzato da zero. Del resto con sistemi content management che ci offrono gratis tutti gli sviluppi di cui abbiamo bisogno mi sembra sconveniente anche per noi affrontare settimane di lavoro per un prezzo del genere.

Da web designer a consultente web

Da un po’ di tempo ritengo più conveniente, sia per un cliente che per noi web designer, adottare un approccio al lavoro più da consulente che da designer. Con questo intendo dire che piuttosto che realizzare da zero del codice e l’intera grafica, ho preferito realizzare un preventivo modulare che prevede più servizi non sempre propedeutici tra loro. In questo modo il cliente può scegliere quelli che ritiene (anche sotto mio consiglio) più necessari nell’immediato e quali fare eventualmente in un successivo momento. Di fatto mi limito a fornire il cliente di WordPress con le opportune modifiche e plugin da me selezionati e garantiti, al quale poi si possono affiancare servizi di consulenza quali

  • studio del logo
  • immagine coordinata per la stampa
  • personalizzazioni grafiche del tema (scelto sotto mia consulenza tra tre da me pre-selezionati)
  • scrittura dei testi
  • SEO

A questi si possono aggiungere servizi pensati in fase di stesura del preventivo, ad hoc per singolo cliente.

La scelta di WordPress è dovuta al fatto che lo ritengo il più facile da insegnare per me e da imparare per un cliente di questo tipo, inoltre fornisce un elevato numero di plugin free e premium che possono risolvere molti problemi del caso.

La scelta del tema

I problemi nel lavorare in questo modo sono prevalentemente relativi al tema grafico. Il rischio è che si presenti al cliente una veste grafica che ritroverà uguale su di un’altro sito. Dovremmo noi essere bravi ad adattare alcune modifiche al tema, in modo da personalizzarlo e renderlo unico. Occorre però spiegargli che questa scelta permette una grossa riduzione dei prezzi e dei tempi, inoltre ci salva da eventuali richieste bizzarre dei clienti più creativi.

A questo proposito un escamotage molto utile è quello di utilizzare temi che permettano di avere un’unica immagine di sfondo, in modo da usare molto Photoshop e poco codice html per personalizzarli 😉

Ti suggerisco di dare un’occhiata alla collezione di temi di ElegantThemes. Realizzano mediamente un tema al mese e con solo 84$ l’anno (39$ per uso personale) potrai assicurarti tutti quelli disponibili in catalogo e quelli che verranno sviluppati nei successivi 12 mesi dall’iscrizione. Posso assicurarti che sono molto ben realizzati sia dal punto di vista del codice che della grafica, nonché delle funzionalità a disposizione. I temi sono ricchi di shortcodes e molto personalizzabili. Ideali proprio per il tipo di lavoro che ti ho descritto prima.

Tempi e costi

Questa soluzione mi ha portato dal realizzare progetti da 1200/1500€ che duravano anche 4 o 5 mesi, con continui problemi di compatibilità tra browser e richieste assurde di clienti che erano convinti che per tale prezzo avessero la possibilità di decidere ogni cosa del sito, a progetti della durata di 2 o 3 settimane per un terzo dei prezzi precedenti, con molte meno problematiche e clienti decisamente più soddisfatti.

Tu come lavori? Hai riscontrato anche tu questo cambiamento? Qual’è la tua esperienza?

fold-left fold-right
L'autore
Appassionato di web, grafica e nuove tecnologie, realizzo siti web, grafiche online ed offline e formazione in ambito grafica e web. Puoi seguirmi su Twitter o visitare il mio portfolio e contattarmi per una consulenza.