Migliorare la velocità di caricamento di un sito WordPress

Quando si tratta di lavorare sulla riuscita di un progetto web, occorre soffermarsi a migliorare ogni suo aspetto. Contenuti di qualità ed una buona grafica associati ad una discreta strategia SEO possono dare risultati, ma occorre soffermarsi su ogni dettaglio per raggiungere l’eccellenza. “Content is the key”, diamo quindi per scontato che i tuoi siano contenuti di qualità e molto apprezzati dalla tua community di visitatori, soffermiamoci quindi su un aspetto tecnico: la velocità di caricamento del tuo sito web.

Si sa infatti che uno degli aspetti che Google analizza per determinare la tua posizione nelle SERP è proprio il tempo necessario alle tue pagine per essere visualizzate. E’ Google stessa a fornirci uno strumento di valutazione della velocità di caricamento, a dimostrazione di quanto sia importante. Speed Test infatti permette di calcolare la velocità di caricamento di una pagina web. Il punteggio è dato in centesimi e rappresenta la bontà del tuo sito. Più ti avvicini a 100, più il tuo sito è performante da questo punto di vista. La cosa molto interessante è che viene effettuata una vera e propria analisi del sito e non solo un test di caricamento. Infatti al risultato vengono associate le migliorie possibili da applicare, in ordine di rilevanza!

Ma quali sono gli aspetti che Speed Test va a valutare? Cosa posso fare per migliorare la velocità di caricamento del mio sito web?

I parametri di valutazione sono molti, ma ce ne sono alcuni principali su cui puoi facilmente intervenire e che ti permettono di migliorare il tuo posizionamento grazie ad un sito più snello e performante. Caricamento dei file JavaScript, numero di query al database, dimensione delle immagini, utilizzo degli sprite nei file CSS, sono tutti aspetti che vengono considerati per l’analisi di Speed Test. Grazie a WordPress ci sono molti plugin che ci permettono di ottimizzare tutti questi aspetti. Recentemente ho dovuto testarne alcuni per la community di pescatori di cui ti ho parlato tempo fa sul canale Web di Splesh!. Grazie a questi plugin infatti sono riuscito a migliorare il sito da 71 a 86. Per darti un metro di giudizio considera che google.com ha come risultato 98, ma non ha javascript per il caricamento di box come quello di Facebook, ha una sola immagine e molti meno contenuti della home page di Surfcasting Blog.

W3 Total Cache

In assoluto il miglior plugin per l’ottimizzazione delle risorse del tuo sito web. In passato, ho avuto modo di lavorare anche con plugin più conosciuti come WP Super Cache, ma la semplicità abbinata all’alto numero di aspetti che questo plugin permette di configurare, ti fa sentire quasi un esperto di tuning di auto. 😀
Con W3 Total Cache infatti puoi gestire tutto quanto riguarda il caching del tuo sito: dalla cache del browser, alla compressione dei file, dalla cache degli oggetti a quella del database. Se correttamente e completamente configurato, permette un miglioramento delle prestazioni fino a 10 volte superiori.

Lazy Load

Il caricamento delle immagini è uno degli aspetti che aumentano il tempo di caricamento della pagina, come è facile comprendere. E’ quindi essenziale gestire il salvataggio e renderle il meno pesanti possibili sin dal caricamento sul server. Grazie a Lazy Load, possiamo permettere al sito di caricare solo le immagini attualmente visualizzate dal browser, impedendo quindi di caricare ciò che il visitatore non può vedere, limitando il caricamento delle immagini allo stretto necessario.
Tutto questo è possibile grazie ad un file JavaScript, puoi quindi includerlo direttamente nel tuo tema o installando il plugin di WordPress.

WP Smush.it

Oltre che a decidere quando farle visualizzare, è importante utilizzare immagini ridotte all’osso in termini di informazioni e peso. Senza però compromettere la qualità. Yahoo! ha ideato e reso disponibile un servizio che permette di fare proprio questo. Caricando un’immagine possiamo ottenerne l’equivalente ridotta di peso grazie all’eliminazione di informazioni superflue.
WP Smush.it è un plugin che permette di passare attraverso questo servizio tutti i file presenti nella nostra libreria. Il plugin aggiunge inoltre una colonna alla tabella dei file di media che ci informa se l’immagine è stata o no passata attraverso Smushit e ci informa su quanto ammonta la riduzione di peso del file dopo il “trattamento”. Quando si hanno tanti file, una riduzione media del 10% ti garantisce una forte riduzione della banda e un discreto miglioramento delle performance di carico delle immagini.

Optimize DB

Altro aspetto fondamentale che incide sul caricamento di una pagina web, è il numero di query che il sistema effettua verso il database. Più il sistema è in grado di ottenere in breve tempo le informazioni dal database, più il caricamento della pagina sarà veloce. Con Optimize DB, puoi ottimizzare le tabelle del tuo database, riducendone il peso e le dimensioni, favorendo il lavoro di estrazione dati.

Conclusioni

Utilizzare plugin per migliorare le performance è sicuramente una buona pratica. I risultati sono chiaramente visibili e testabili come abbiamo visto e con il tempo porteranno sicuramente vantaggi nella navigazione all’interno del proprio sito e un aumento del tempo di permanenza dei visitatori. E’ necessario però fare attenzione, alcuni infatti potrebbero non coesistere e in ogni caso attivare e gestire contemporaneamente troppi plugin potrebbe rallentare e influenzare la resa del nostro sito web, ottenendo così un effetto contrario a quello voluto.
Tu hai mai usato uno di questi plugin? Quali problemi o miglioramenti hai riscontrato? Parlamene nei commenti 🙂

fold-left fold-right
L'autore
Appassionato di web, grafica e nuove tecnologie, realizzo siti web, grafiche online ed offline e formazione in ambito grafica e web. Puoi seguirmi su Twitter o visitare il mio portfolio e contattarmi per una consulenza.